Non dimenticherò mai il mio primo giorno da fornaio: che confusione! Al primo giorno si vuole sempre fare tutto, mentre sostanzialmente non si sa fare un bel niente. Era un ambiente esclusivamente femminile, dal quale trarre molto: a poco a poco, le signore con cui lavoravo mi hanno tolto la frenesia del “dover fare”, per comprendere e assaporare la gioia dell’armonia del “creare”.

Mi hanno insegnato che in questo lavoro non ci deve essere impazienza, ma calma: se guardi ogni cinque minuti i panettoni in lievitazione per capire se stanno crescendo, li vedrai sempre fermi! Ma se invece ti dedichi ad altro, e li lasci al loro naturale sviluppo, li troverai pronti, che ti chiedono di essere infornati.

Mi è sempre piaciuto osservare tutto, e capire le varie fasi lavorative: dalla scelta delle farine alla produzione del pan di spagna, dal cucinare una crostatina al farcire un pandoro e ancora, come confezionare una torta. Non esistono banalità nelle fasi del processo, e ognuna di esse deve essere curata nei minimi dettagli. A tutti quelli che hanno interesse nei nostri prodotti Giraforno di questo vorrei parlare, uno ad uno: vorrei spiegare loro cosa abbiamo creato ogni giorno, raccontare come è nato quel prodotto, mostrare le caratteristiche peculiari di ciò che andranno ad assaggiare, in tutte le fasi di selezione e produzione. Vorrei far sapere loro che quello che hanno tra le mani è genuino, perché realizzato seguendo le regole dell’arte bianca.

Vorrei che passasse la consapevolezza (anche tra i miei colleghi) che l’arte bianca lavora una materia viva, in contrapposizione a tantissimi altri settori dove manca la vita, evitando così il solito basarsi su valutazioni economiche e al risparmio di tempo nelle fasi produttive. Per questo l’arte bianca va creata con passione! Questo lavoro, per me come per altri, diventa una seconda famiglia: non basta dedicargli parte del tuo tempo, ma al contrario devi darglielo tutto, specialmente in alcuni periodi. È una sfida continua, specialmente per le persone care a me vicine, perché purtroppo a volte gli affetti vengono trascurati: se le persone che ami e che ti amano capiscono ciò che fai, però, tutto si supera. Specialmente se si entusiasmano con te dei risultati ottenuti, e diventano quindi un ingrediente fondamentale per il raggiungimento degli stessi!

Il lavoro fa parte della vita: se fai quello che ti appassiona, vivi una vita che ti piace. Dalla mia professione ricevo molta serenità, dovuta soprattutto alla malinconia che rivivo con gioia dei profumi che percepivo durante la mia infanzia: arrivando da una famiglia che ha sempre fatto questo mestiere, il ricordo più forte è associato agli aromi che mi avvolgevano quando, da bambino, entravo nel panificio di famiglia, sui quali associo idee come la famiglia, il tepore e la protezione. Ma dal mio lavoro ricevo anche molta energia, molta carica: ho sempre voglia di mettermi in gioco e di imparare, quindi vedo il mio futuro molto elettrizzante!

IL GIRAFORNO
Via S. Marco, 22/a 31052
Candelù di Maserada sul Piave (TV) Italy

Tel/Fax. 0422/686230
Cod. Fisc. e P. IVA 04506870262

Per informazioni scrivete a:

info@ilgiraforno.it
ilgiraforno@pec.it

Copyright 2018 Il Giraforno - P.IVA 04506870262 | Powered by Più Internet - Privacy Policy - Info legali